lunedì 14 maggio 2007

Scusate il ritardo

E' che con la macchina fotografica ancora non so destreggiarmi come vorrei (e chi ha il tempo di studiare meglio le istruzioni?), per cui mentre sogno reportage alla Magnum dei miei pastrugni, mi perdo in duemilacinquecento scatti mediamente indegni (vita grama da blogger dilettante).
Comunque sia, eccolo qua Pretty in Pink, giunto finalmente a compimento:

Non so se si vede che nelle foto non so mai dove accidenti mettere le mani (suggerimenti?).
Appena concluso un lavoro, riparte alla grande la deriva bulimica della maglierista assatanata che c'è in me, per cui nel frattempo ho "assaggiato" due pezzi (quasi tre) di prossimi (forse) progetti, ovvero Chinoise per Geek Alex, con un suggerimento interessante per Tatto, e una sportina per Picci, che fa critical mass per i corridoi di casa spostando pupazzi e giochi di stanza in stanza col secchiello. Chinoise al momento, valutata ad occhio la quantità di materiale disponibile, sta nella mia testa come un che di corto corto ma con le maniche lunghissime e scampanate, comunque tutto bucherellato come un colino cinese:

Questo è il pezzo di prova (no, non è un campione: non sono una brava maglierista anche perchè non faccio mai dei campioni comme il faut. E' proprio che a far campioni mi annoio a morte, e tutto 'sto calcolo di precisione mi toglie il gusto dell'avventura oltre che del rischio). Ho pensato che il punto a passanastro potrebbe servirmi anche per confezionare una pagina di Tatto fatta di buchi a misura di ditino che potrebbero essere attraversati da nastri, passamaneria e avanzi di cucito di varia foggia (per il momento lo tengo da parte, poi si vedrà).
La sporta per Picci, invece, è partita con un banale legaccio che sembra qualcosa di più misterioso grazie al filo impiegato, un materiale tecnico prodotto per uso industriale, leggermente elasticizzato e rivestito di fibra sintetica, intercettato sulla strada del suo ultimo viaggio verso l'isola ecologica locale:

Come andrà avanti? Non lo so. Ma andrà avanti? Forse.

Sorry for the delay. I've finished Pretty in Pink, as shown on the pictures above, and started two new projects, that is Chinoise for Geek Alex and a little blue shopper for Picci to carry her small toys around the house. For Chinoise I picked up a stitch so as to produce a pierced fabric I'm thinking to use for Tatto too. As for the moment, in my mind Chinoise resembles to a long sleeved short cardigan, although, as usual, still don't know if I'll have enough yarn. I know I should make a gauge, but I hate making gauges (too boring). For Picci's shopper I used garter stitch, but the resulting fabric seems made with a mysterious stitch, due to the yarn used, a technical synthetic slightly stretchable yarn realized for industrial purposes, saved from trash can. How will it continue? I don't know. Will it continue? Maybe.

4 commenti:

Antonia ha detto...

ma è splendida, :D

Amaranto ha detto...

Ma grazie! Detto poi da un'esperta di uncinetto acrobatico...;D

zrinka ha detto...

Oltre che bello, il tuo lavoro rende molto di piu' indossato ... e tu diventi pretty in pink :o)
Ciao ciao

Amaranto ha detto...

Piano ragazzi, perchè avanti così divento amaranto dall'emozione...